Torna alla pag.1

Quadro attribuita a Caravaggio (Michelangelo da Merisi, 1471-1610) 'Le otto opere della felicità'  (oppure gli otto modi per conservare la ricchezza e la salute),  1606-1607 C.a.  pittura ad olio su tela (cm. 302 x 204).  L'opera è stata trovata nella 'cantina' della galleria LA CONCORDIA in vicolo di S. Marta a Napoli nel Settembre del 2005.                                                                                            

VENDESI

  Per informazione e chiarimenti di ogni genere telefonare al 0039/3293948876

'Le otto opere della Felicità', 1606-07

Secondo lo storico dell'Arte Massimo Traversi, l'opera si potrebbe collocare nella fase napoletana immediatamente successiva all'esecuzione del quadro relativo alle 'sette opere della misericordia', realizzata per la congregazione del Pio Monte della Misericordia. Ancora bisogna indagare su chi possa essere stato il committente, ma non è escluso che sia un'opera pensata per un uso personale. Il dipinto è comunque riconducibile alla fase Napoletana dell'Artista, in cui condannato in contumacia fu costretto di li a poco a fuggire a Malta. Sono stati inseriti dei numeri nella fotografia al fine di tentare di dare una corretta interpretazione ai diversi gruppi di personaggi che, fin da subito, fanno pensare ad un significato allegorico ben preciso, proprio come nel quadro quasi coevo della Misericordia. Qui di sotto in elenco cerchiamo di darne chiarimento a partire da sinistra in    alto:                                                                                      1) Fai sempre i tuoi conti e pensa prima ai soldi e poi alla gloria.                                         2) Si sempre dubbioso e cerca la soluzione migliore per te perchè la giustizia non è uguale per tutti.                                                                                                  3) Riposati più che puoi e non pensare mai che il lavoro risolva tutti i problemi.                 4) Fai sempre delle donazioni alle persone giuste perchè solo così potrai assicurarti e garantirti una crescita economica sul piano personale.                                                              5) Cerca sempre la strada più breve, e se puoi bara per arrivarci in quanto il fine giustifica i mezzi.                                                                                                                         6)Assicurati il futuro, o pagando una chiromante o pagando più direttamente chi in quel momento possa garantirtelo.                                                                                               7) Cerca sempre qualcuno che ti suoni della buona musica per allietarti i tuoi momenti di riposo (sono sempre soldi spesi bene).                                                                                     8) Ama gli animali come te stesso, in quanto solo da loro potrai ricevere affetto vero e condivisione dei tuoi ideali.

 

VENDESI

8.5.18.20.26

H E  R  T   Z

Cinque lettere per cinque numeri per cinque colori (quasi). Ma chi è Hertz? Certamente non è l’azienda di autonoleggio che tutti conosciamo in Europa. E’ semplicemente il primo fisico ad avere dimostrato l’esistenza della frequenza delle onde elettromagnetiche. Ha sfatato l’idea di un mondo immerso nell’etere. E’ la prima dimostrazione dell’esistenza di una ‘materia’ non tangibile ma utilizzabile. Questa scoperta favorì poi all’invenzione della radio e di tutti i nostri sistemi di comunicazione. Ho voluto quindi con questi  colori – onde, assieme alle lettere – numeri (che stanno tornando di moda come già avevo profetizzato con la mostra Peacekeeping del 14 Luglio 2005), ricordare, non solo che nel passato si sono verificate delle condizioni culturalmente stimolanti (minga il professor Einstein), ma anche, che il numero è comunicazione, simbolo, misura, proporzione e visto che la somma dei numeri qui sopra elencati da il 77, che nella morra sono le gambe delle donne, perché no anche la bellezza.  A me invece tocca sempre lavorare scoprendo errori (La cativa lavandera la trova mai la bona prea direbbe la mia suocera), piuttosto che esaltare le certezze. Oggi (sob…sob) l’unica certezza riconosciuta per la grande maggioranza degli artisti e degli interessati all’Arte è quella del divertimento (come sempre del resto). A Borghetto Borbera in Provincia di Alessandria, la macchina Hertz è stata parcheggiata a fianco di tante altre opere che con atteggiamento sprezzante e altezzoso, come se fosse stata abbandonata in una periferia di qualsiasi città del medio oriente perchè non più funzionante. Non c'era nella scelta di portare la macchna nessuna intenzione di fare qualcosa che si ambientasse al contesto, ma solo far capire che il mondo non si ferma la dove gl artisti di Arte pubblica trovano il post giusto per collocare la propria opera Quindi teorizzando che fare l’artista è un mestiere che possono fare tutti, a fare la differenza, mi pare, sono ancora, i numeri, guarda caso naturalmente, dei soldi che non si guadagnano. Pazienza, tanto io mi diverto e riconverto automobili sul mercato. Infatti questa macchina, destinata agli incentivi per la rottamazione, dopo questo intervento viene rivenduta esattamente alla cifra che i numeri messi in fila danno in euro (ma chi vuoi che tela compri!?).

Matteo Donati